FARMACIA MASSA

In occasione della ristrutturazione della sua farmacia, il dott. Rebecchi ha deciso di automatizzare la propria attività.

Per farlo ha installato un robot Sintesi nel piano interrato, e al suo interno il braccio meccanico con deposito temporaneo Euclid3D. Il magazzino automatizzato scelto presenta due uscite al piano farmacia di colore grigio metallizzato, che ben si integrano con gli scaffali posti sulla parete del robot per l’esposizione dei prodotti.

FARMACIA MASSA

In occasione della ristrutturazione della sua farmacia, il dott. Rebecchi ha deciso di automatizzare la propria attività.

Per farlo ha installato un robot Sintesi nel piano interrato, e al suo interno il braccio meccanico con deposito temporaneo Euclid3D. Il magazzino automatizzato scelto presenta due uscite al piano farmacia di colore grigio metallizzato, che ben si integrano con gli scaffali posti sulla parete del robot per l’esposizione dei prodotti.

LA PAROLA AL FARMACISTA

Dott. Rebecchi, perché avete deciso di automatizzare la vostra farmacia?
Abbiamo scelto di installare un magazzino robotizzato principalmente per incrementare la superficie dedicata al pubblico e in secondo luogo avere una prospettiva migliore a livello di riorganizzare dei flussi di lavoro e dei prodotti.

Perché avete scelto di affidarvi a Pharmathek per l’automazione del locale?
Collaboravo già da tanti anni con Th.Kohl, l’altra azienda del gruppo, e quando in fiera ho visto il braccio automatizzato Euclid3D, di cui ho apprezzato le caratteristiche tecniche, ho capito che era il brevetto che volevo avere nella mia farmacia.
Inoltre mi è piaciuto perché, a differenza di altri robot, imita maggiormente il lavoro del farmacista: quando si mette all’opera non porta al banco un solo prodotto, ma come un farmacista che torna con le braccia piene di referenze, anche lui ne consegna molte in un unico viaggio.

Cos’è cambiato da quando è stato installato il robot?
Ora in farmacia abbiamo un valido aiuto che permette a me e ai miei collaboratori di poter operare in modo più ordinato, con meno pensieri. Ci siamo infatti liberati di un’incombenza di pura logistica che impegnava molte energie, ora dedicate alle attività prettamente professionali.

LA PAROLA AL FARMACISTA

Dott. Rebecchi, perché avete deciso di automatizzare la vostra farmacia?
Abbiamo scelto di installare un magazzino robotizzato principalmente per incrementare la superficie dedicata al pubblico e in secondo luogo avere una prospettiva migliore a livello di riorganizzare dei flussi di lavoro e dei prodotti.

Perché avete scelto di affidarvi a Pharmathek per l’automazione del locale?
Collaboravo già da tanti anni con Th.Kohl, l’altra azienda del gruppo, e quando in fiera ho visto il braccio automatizzato Euclid3D, di cui ho apprezzato le caratteristiche tecniche, ho capito che era il brevetto che volevo avere nella mia farmacia.
Inoltre mi è piaciuto perché, a differenza di altri robot, imita maggiormente il lavoro del farmacista: quando si mette all’opera non porta al banco un solo prodotto, ma come un farmacista che torna con le braccia piene di referenze, anche lui ne consegna molte in un unico viaggio.

Cos’è cambiato da quando è stato installato il robot?
Ora in farmacia abbiamo un valido aiuto che permette a me e ai miei collaboratori di poter operare in modo più ordinato, con meno pensieri. Ci siamo infatti liberati di un’incombenza di pura logistica che impegnava molte energie, ora dedicate alle attività prettamente professionali.

GALLERY

GALLERY

IL PROGETTO

SUPERFICIE FARMACIA

100 mq

SOLUZIONI PHARMATHEK PRESENTI

SINTESI + PHARMALOAD + EUCLID3D

DIMENSIONI ROBOT

L 6500 x H 2800 mm

CAPIENZA IN SCATOLE

15100

POSIZIONE ROBOT RISPETTO AL BANCO

PIANO INTERRATO

PRODOTTI MOVIMENTATI

tra 500 e 1.000