FARMACIA OSPEDALIERA S. ANNA

Il presidio San Fermo dell’azienda ospedaliera Ospedale Sant’Anna di Como, inaugurato nel 2010, è stato progettato per rivoluzionare l’organizzazione logistica della farmacia ospedaliera qui presente.

E, proprio all’interno di questa rivoluzione organizzativa intelligente, si è deciso di installare un sistema di magazzino automatizzato Pharmathek composto da tre impianti robotizzati, da un sistema di smistamento in ingresso (il caricatore automatico) e un sistema di uscita composto da cassette e nastri trasportatori.

FARMACIA OSPEDALIERA S. ANNA

Il presidio San Fermo dell’azienda ospedaliera Ospedale Sant’Anna di Como, inaugurato nel 2010, è stato progettato per rivoluzionare l’organizzazione logistica della farmacia ospedaliera qui presente.

E, proprio all’interno di questa rivoluzione organizzativa intelligente, si è deciso di installare un sistema di magazzino automatizzato Pharmathek composto da tre impianti robotizzati, da un sistema di smistamento in ingresso (il caricatore automatico) e un sistema di uscita composto da cassette e nastri trasportatori.

I DETTAGLI DEL MAGAZZINO AUTOMATIZZATO

Il sistema di magazzino automatizzato realizzato per il presidio ospedaliero San Fermo della Battaglia dell’Ospedale di Sant’Anna di Como è stato progettato per permettere alla struttura di avere da una parte una più efficiente gestione dei farmaci in entrata e in uscita, dall’altra di ottimizzare gli spazi.

Il magazzino robotizzato ha una capacità totale teorica di circa 50 mila referenze di farmaci, usata per la distribuzione dei farmaci anche degli altri tre presidi dell’azienda ospedaliera (Cantù, Mariano Comense e Menaggio). Il sistema occupa circa un terzo dello spazio che sarebbe stato altrimenti occupato da un magazzino tradizionale ed è composto da tre unità robotizzate che lavorano in parallelo, tra cui viene suddiviso equamente il carico di lavoro. L’uso integrato di tre unità garantisce una maggiore velocità di lavoro e la sicurezza dei risultati: il magazzino può funzionare in modo ottimale anche in caso di interruzione di una o anche due macchine.

Il sistema prepara oltre il 60% delle consegne giornaliere del magazzino centrale, ovvero le 700 referenze di maggiore rotazione.

Per la singola confezione destinata al magazzino automatizzato, tutto comincia quando questa viene versata, alla rinfusa insieme a tante altre, dentro il caricatore automatico, che le smista e le carica dentro una delle tre unità robotizzate. Il robot permette anche di gestire il lotto, la scadenza e la targatura in maniera efficiente ed affidabile.

Per quanto riguarda le operazioni in uscita, una presa preleva la singola confezione, la deposita su una rulliera che conduce a una specifica cassetta dotata anch’essa di un codice a barre univoco. La spunta finale dei farmaci caricati avviene quando la cassetta arriva in reparto.

I DETTAGLI DEL MAGAZZINO AUTOMATIZZATO

Il sistema di magazzino automatizzato realizzato per il presidio ospedaliero San Fermo della Battaglia dell’Ospedale di Sant’Anna di Como è stato progettato per permettere alla struttura di avere da una parte una più efficiente gestione dei farmaci in entrata e in uscita, dall’altra di ottimizzare gli spazi.

Il magazzino robotizzato ha una capacità totale teorica di circa 50 mila referenze di farmaci, usata per la distribuzione dei farmaci anche degli altri tre presidi dell’azienda ospedaliera (Cantù, Mariano Comense e Menaggio). Il sistema occupa circa un terzo dello spazio che sarebbe stato altrimenti occupato da un magazzino tradizionale ed è composto da tre unità robotizzate che lavorano in parallelo, tra cui viene suddiviso equamente il carico di lavoro. L’uso integrato di tre unità garantisce una maggiore velocità di lavoro e la sicurezza dei risultati: il magazzino può funzionare in modo ottimale anche in caso di interruzione di una o anche due macchine.

Il sistema prepara oltre il 60% delle consegne giornaliere del magazzino centrale, ovvero le 700 referenze di maggiore rotazione.

Per la singola confezione destinata al magazzino automatizzato, tutto comincia quando questa viene versata, alla rinfusa insieme a tante altre, dentro il caricatore automatico, che le smista e le carica dentro una delle tre unità robotizzate. Il robot permette anche di gestire il lotto, la scadenza e la targatura in maniera efficiente ed affidabile.

Per quanto riguarda le operazioni in uscita, una presa preleva la singola confezione, la deposita su una rulliera che conduce a una specifica cassetta dotata anch’essa di un codice a barre univoco. La spunta finale dei farmaci caricati avviene quando la cassetta arriva in reparto.

GALLERY

GALLERY

IL PROGETTO

SUPERFICIE FARMACIA

/

SOLUZIONI PHARMATHEK PRESENTI

3 ROBOT PTK400

DIMENSIONI ROBOT

L 7000 x H 3000 mm

CAPIENZA IN SCATOLE

/

POSIZIONE ROBOT RISPETTO AL BANCO

/

PRODOTTI MOVIMENTATI

/